Menu Chiudi

Lui mi tradiva anche sul Web

5
(1)

SANDRA 🙂 , MAMMA SEPARATA, RACCONTA LE SUE DIFFICOLTÀ

Sono una ragazza di 31 anni con una bimba di 16 mesi, separata da circa 1 anno. Da quando mio marito è andato via di casa, sono cambiate tante cose e oggi sto un po’ meglio. Ora sono legalmente separata con l’affido condiviso, ma lui mi passa solo l’assegno per il cibo, i medicinali e il vestiario e non intende darmi nient’altro, anche se in prima sentenza il giudice aveva stabilito a suo carico il 75% delle spese. Inoltre, prende la bambina solo quando gli spetta e non s’interessa della sua salute. A causa del lavoro, lascio spesso la bimba con i nonni durante la settimana, con qualche senso di colpa.

A volte provo ancora rabbia e gelosia nei confronti di mio marito, che già prima di lasciarmi aveva iniziata una relazione con un’altra, cosa che tuttavia non ammette, benché lei mi abbia chiamato e io abbia le sue foto e le sue e-mail. Ho poi scoperto che lui ha messo un annuncio su Internet per cercare donne; con l’aiuto di un’amica sono riuscita a contattarlo, scoprendo che manda a sconosciute foto di lui nudo, in atteggiamenti intimi. E sul Web parla anche di me, della bimba, dell’attuale compagna. Inoltre, quando esce con la bambina spesso mi mente, nascondendomi dove la porti, o meglio da chi.

A momenti vorrei picchiare sia lei che lui, inviare le foto compromettenti alla sua donna per avere la mia rivincita; altre volte vorrei solo ricominciare da capo con la mia piccola, ma è difficile: non riesco a trovare tempo per una cena tra amiche o per nuove conoscenze, finora la mia vita gira intorno alla bimba. Sto facendo molti sacrifici per lei e per non farle sentire il mio rancore verso suo padre, ma a volte la sera, quando lei dorme accanto a me, mi chiedi se potrò avere di nuovo una persona al mio fianco, disposta ad amare sia me che la bimba…

Cristina, separata, risponde

Cara Sandra, la tua lettera è contraddistinta da tante situazioni dolorose. Che grande responsabilità esserti vicina nel modo giusto, cercare di aiutarti senza crearti altri problemi! La prima cosa da dire è che non hai perso nulla: meglio che tuo marito se ne sia andato per la sua strada, farà purtroppo del male ad altre donne, ma non più a te. Certo che nega: è il primo a vergognarsi di ciò che fa, non avrà mai il coraggio delle sue azioni. Se riuscirai a prenderla con meno rabbia ne potrai uscire fuori prima di lui. Il rancore non serve a nulla, la vendetta ancor meno: rimani più che puoi in disparte, mandando giù tanti magoni (lo so), ma è ciò che ti conviene. Ogni passo contro di lui avrebbe una ricaduta ancora più pesante su di te, mentre muoversi cercando di restare dalla parte della ragione è un buon insegnamento per tua figlia e un bene per te stessa. Mandare alla compagna di lui le foto di Internet, lo sai bene anche tu, non risolverebbe il problema, ma ne creerebbe altri. Sii superiore, prima o poi anche la tua rivale si troverà nella tua stessa condizione, perché lui ora non vuole ricostruirsi una vita, ma solo divertirsi. Stai soffrendo molto, ma anche lottando per uscirne e per far crescere tua figlia serenamente. Hai una gran forza interiore, altrimenti non avresti paura: solo chi ha paura ha sentimenti veri.

Anche io ho avuto una separazione, le cui difficoltà mi hanno permesso di crescere e cambiare, plasmando la mia personalità. Ancora adesso ho molte responsabilità per far crescere bene i miei figli, non ho mai un attimo per me stessa; ancora adesso una voce urla dentro di me: perché è toccato proprio a me di sposare lui? Ma ora siamo sereni, affrontiamo le nostre difficoltà con tutto l’amore e la stima reciproca, siamo finalmente una famiglia, Vorrei che qualcuno mi avesse consigliato, all’inizio del mio cammino interiore, che la rabbia e il rancore sono cancrene che ti fanno rimanere ferma. Ora che la rabbia è calata vedo le cose con altri occhi, sono più serena e trasmetto più fiducia e forza ai miei figli.

Chiara risponde

Cara Sandra, molte donne che mi scrivono hanno problemi simili ai tuoi: purtroppo la maggior parte dei mariti, una volta separatisi, non ha più a cuore né l’ex moglie né i bambini. Molte però riescono a rifarsi una vita, trovando un compagno che ne accetti anche i figli. Fai bene a non parlar male del tuo ex marito davanti alla bambina: quando crescerà farà le sue valutazioni. Né devi avere sensi di colpa nel lasciare la piccola ai nonni, perché moltissime mamme d’oggi, non separate, lasciano i figli con i nonni per necessità. Sei ancora gelosa di lui, perché? Non vedi che ti ha tradito per tanto tempo e come si comporta ora? Non vale la pena di essere gelosa di un uomo così poco affidabile e immaturo, che, pur avendo una nuova compagna e una bimba piccola, continua a sedurre donne online.

Vorresti picchiare lei. Posso comprenderti, ma mettiti nei suoi panni (è pur sempre una donna): le è capitato di innamorarsi di un uomo sposato, di certo l’avrebbe preferito libero. Ha fatto finire male la tua storia d’amore; forse prova sensi di colpa verso di te. Dovresti esserle grata: se non fosse capitata sulla tua strada avresti ancora vicino a te un uomo capace di mentire e di tradire. Probabilmente a lei, tra qualche anno, toccherà la tua stessa sorte e sarà lasciata per un’altra o tradita (le premesse ci sono). Né servirà a nulla vendicarsi inviandole le foto spinte di lui: se è innamoratissima lo perdonerà, se non lo è lo lascerà, ma la causa sarai tu! Se il tuo ex continua a comportarsi come adesso, di certo la sua compagna lo scoprirà e prenderà le sue decisioni da sola. Allo stesso modo, non coinvolgere le amiche per avere le prove del suo carattere infedele, innanzitutto per non metterle in imbarazzo e poi perché non si sa mai: se chi ti aiuta fosse invogliata a conoscerlo meglio? Sei giovane, ricomincia da capo, ma non avere fretta. Non voltarti indietro e non aspettarti che sia un nuovo uomo a farti godere in pieno di nuovo la vita e la maternità: questo potere è già in te, oggi.

Il post ti è piaciuto? Votalo!

Ci dispiace che tu non abbia trovato utile questo post!

Come possiamo migliorare?

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Posted in Separazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *